Grumento Nova - Cestari - Winfly

Pista di «Grumento Nova» voli gratis per chi viene in Val d’Agri

Piccoli aerei della «Winfly» sull’aviosuperficie di Grumento Nova a disposizione degli imprenditori

Da La Gazzetta del Mezzogiorno – Domenica 19 giugno 2022

Un volo per lo sviluppo del territorio, per attrarre investitori, per favorire nuova occupazione: è l’operazione lanciata dalla Winfly Unipersonale, società aerea del lucano Alfredo Cestari, che da mesi ha scelto come «hub» l’aviosuperficie di Grumento Nova (Potenza) dopo aver gestito per anni la pista «Mattei» a Pisticci (Matera). Il gruppo – con sede a Moliterno, oltre 50 collaboratori ed uffici a Salerno, Milano, Napoli, Bruxelles e in Paesi africani (Cestari è presidente della Camera ItalAfrica) – ha due velivoli di base a Grumento: un aereo monomotore a due posti, con una velocità di crociera di 222 km/h e un’autonomia di 1.065 km, e un aereo bimotore a quattro posti (velocità di 250 km/h e un’autonomia di 1.200 km). La Winfly li mette gratuitamente a disposizione di imprenditori ed amministratori locali per due tratte Grumento-Napoli (50 minuti) e Grumento-Bari (45 minuti) con l’obiettivo di facilitare arrivi-partenze da e per quest’area e favorire così attività produttive ed economiche, oltre che turistico-culturali. «Sappiamo bene che il gap infrastrutturale – spiega Cestari – scoraggia a venire qui in Basilicata e, in particolare, nella Val d’Agri, anche semplicemente per un contatto diretto e per verificare le potenzialità di quest’area. Un esempio concreto gli Stati Generali Ambiente Mediterraneo a Viggiano (Potenza) con esperti, studiosi che hanno dovuto sobbarcarsi un viaggio anche di una mezza giornata. Vorremmo facilitare i collegamenti». Cestari parla di opportunità per i comuni lucani di poter promuovere i proprio borghi «attraverso un offerta turistica che parte dalla facilità degli spostamenti».

Gli interessi imprenditoriali per la Val d’Agri sono molteplici, partendo dall’energia, con la presenza del centro oli dell’Eni a Viggiano. Ma si va anche dall’agricoltura alla piccola e media impresa, passando per il turismo. «Con un km di superstrada o autostrada – sottolinea Cestari – puoi viaggiare per un km, con un km di ferrovia puoi viaggiare per un km, con un km di pista aeroportuale hai tutto il mondo a portata di mano. Non intendo avviare attività commerciali – sgombra subito il campo da possibili equivoci il presidente di Winfly – ma solo favorire la promozione con una solida motivazione di appartenenza forte al territorio». Promozione che si traduce in collegamenti più veloci da e per gli aeroporti di Bari e Napoli dove inviare i propri velivoli per trasferire gli ospiti in Val d’Agri, accorciando di due, tre ore i tempi di percorrenza e «bypassando» una rete viaria lucana che assomiglia sempre più a un percorso a ostacoli. E interruzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.